Dicono di noi

Come deve essere considerata, ai fini della normativa Seveso, una miscela che contiene metanolo ed una percentuale definita di altre sostanze?

  Il Coordinamento per l’uniforme applicazione sul territorio nazionale del D. Lgs. 105/2015, ha così risposto:   Sulla base di quanto sopra argomentato:  Nel caso in cui nella miscela “metanolo + altre sostanze” siano contenute sostanze non classificate, la miscela si caratterizza non solo in funzione della percentuale di metanolo ma anche delle altre sostanze presenti: il detentore della sostanza dovrà effettuare opportune valutazioni in modo da classificare correttamente la miscela. Nel caso non siano evidenziate ulteriori classificazioni di pericolo, si ritiene corretto avvalersi del livello di soglia previsto ...
Leggi Tutto
/ / varie

Deposito temporaneo, rifiuti da manutenzione

    Secondo i Giudici: In tema di deposito di rifiuti si ha deposito temporaneo, come tale lecito, quando i rifiuti sono raggruppati, in via temporanea ed alle condizioni previste dalla legge, nel luogo della loro produzione; si ha deposito preliminare o stoccaggio, che richiede l'autorizzazione o la comunicazione in procedura semplificata, quando non sono rispettate le condizioni previste per il deposito temporaneo di rifiuti; si ha invece deposito incontrollato o abbandono di rifiuti, quando il raggruppamento di essi viene effettuato in luogo diverso da quello in cui i rifiuti ...
Leggi Tutto

DECISIONE 2014/955 DELLA COMMISSIONE del 18 dicembre 2014

  DECISIONE DELLA COMMISSIONE del 18 dicembre 2014  che modifica la decisione 2000/532/CE relativa all'elenco dei rifiuti ai sensi della direttiva2008/98/CE del Parlamento europeo e del Consiglio (2014/955/UE)  (GU L 370 del 30.12.2014, pag. 44) Decisione UE 2014 955       ...
Leggi Tutto
/ / codici EER

REGOLAMENTO (UE) N. 1357/2014 DELLA COMMISSIONE

  REGOLAMENTO (UE) N. 1357/2014 DELLA COMMISSIONE del 18 dicembre 2014 che sostituisce l'allegato III della direttiva 2008/98/CE del Parlamento europeo e del Consiglio relativa ai rifiuti e che abroga alcune direttive   Regolamento UE 2014 1357         ...
Leggi Tutto

Responsabilità del produttore materiale del rifiuto e contratto d’appalto. Disastro innominato

  Secondo i Giudici: .. a prescindere dagli accordi relativi agli oneri di smaltimento – che nella prassi spesso trasferiscono all’appaltatore mere attività operative e mantengono sull’appaltante, per ragioni di politica aziendale, gli oneri materiali ed economici dello smaltimento dei rifiuti – la responsabilità in ordine al complessivo iter di smaltimento, secondo quanto previsto dal combinato disposto di cui agli artt. 183, comma 1, lettera f), e 188, comma 1, del d.lgs. n. 152 del 2006, rimane congiuntamente in capo al produttore giuridico, al produttore materiale e al detentore dei ...
Leggi Tutto

Qualificazione giuridica di bosco

  Secondo i Giudici  Dopo l'entrata in vigore del d.lgs. 18 maggio 2001, n. 227, deve qualificarsi come bosco - meritevole di protezione ai sensi dell'art. 181 del d.lgs. 22 gennaio 2004, n. 42 - ogni terreno coperto da vegetazione forestale arborea associata o meno a quella arbustiva, da castagneti, sughereti o da macchia mediterranea, purché aventi un'estensione non inferiore a mq. duemila, con larghezza media non inferiore a metri venti e copertura non inferiore al 20 per cento…. Le leggi regionali possono dettare una diversa disciplina ai fini dell'individuazione ...
Leggi Tutto
/ / varie
Loading...